Guida alla creazione
di un sito web
Seconda parte

Thinking Magenta - grafica - web - comunicazione - logo design

Thinking Magenta   •   26 settembre 2018

Nel precedente articolo ho dato una serie di consigli per creare e impostare un sito. In questo articolo parliamo ancora di siti internet: qual è il segreto per creare un sito che abbia personalità e che si distingua dalla massa? Il sito web che funziona davvero non è soltanto una semplice vetrina che serve a “vendere” un prodotto… è molto di più: è uno spazio che racconta una storia, e se lo fa con uno stile unico, accattivante e significativo non può essere ignorato. Questa è la chiave per far colpo sulle persone e per questo motivo la grafica e la struttura devono essere curate nei minimi dettagli. Inoltre, nel 2018 non si può pensare di fare un sito come quelli che si facevano quattro o cinque anni fa: le tecniche di comunicazione applicate alla progettazione web evolvono molto rapidamente ed è quindi indispensabile adottare gli ultimi standard in fatto di strutturazione e layout grafico. In questo articolo vedremo che look dare al sito e come strutturarlo nella maniera più efficace.

Guida alla creazione di un sito web

Ciascun CMS offre una serie di template, ovvero dei modelli predefiniti per la creazione e la gestione di contenuti grafici: in altre parole, sono dei contenitori con sezioni, riquadri e immagini pronti per essere usati e personalizzati. La parola chiave in questa fase è: esplorare! Il tema grafico è il vestito con cui presenteremo il sito al pubblico ed è quindi importante scegliere bene. La strategia giusta è quella di sperimentare il più possibile per vedere qual è il tema che più si adatta alle nostre necessità. Quali criteri conviene allora adottare per scegliere il template grafico giusto per il nostro sito? Ecco una piccola lista di consigli.

1. Avere ben chiara la finalità del sito

Le sezioni del tuo sito dovranno raggiungere degli obiettivi concreti: interessare i visitatori, vendere un prodotto o un servizio. Ogni sezione o pagina del sito deve raccontare una storia, e la grafica deve aiutare il testo ad enfatizzare le parti più importanti di quella storia. Quindi, prima di scegliere il tema sarebbe utile buttare giù uno schema preliminare della struttura del sito, usando carta e penna. Molte ricerche hanno dimostrato che quando prendiamo appunti a mano attiviamo un maggior numero di aree del cervello rispetto a quando digitiamo su una tastiera, migliorando quindi l’attenzione, la riflessione e la creatività: quindi non esitare a prendere in mano carta e penna quando devi fare un brainstorming o una progettazione! È poi utile consultarsi e discuterne con altre persone: ascoltare altri punti di vista stimola il processo creativo.

realizzare-mappa-del-sito-web

2. La semplicità è la carta vincente

A questo punto sei pronto per il prossimo passo. Tenendo sotto mano lo schema che hai appuntato su carta, ragiona su quali template funzionano meglio per le finalità che il tuo sito dovrebbe avere. Il mio consiglio è quello di partire da un tema semplice e di mantenerlo il più possibile pulito. Se la struttura del sito è semplice, è più facile per gli utenti orientarsi fra i contenuti. Un tema grafico può essere strepitoso e di grandissimo impatto visivo ma se è troppo complicato rischia di confondere i visitatori… In generale poi dovresti tenere a mente che troppi elementi grafici possono rallentare il caricamento delle pagine, oltre a rendere caotica l’esperienza di navigazione, e questo può risultare molto frustrante per l’utente. Le sezioni del sito devono avere un layout grafico pulito ed elegante, devono essere chiaramente definite e facili da navigare, e devono indirizzare i visitatori verso delle azioni concrete (iscriversi alla newsletter, fare una donazione, condividere contenuti sui social media, ecc). Se non ti ho ancora convinto, prendi ispirazione da questa lista di siti per capire come si può fare di più facendo di meno…

3. Mobile friendly

Oggi gli utenti navigano in buona parte usando gli smartphone, quindi assicurati che il tema grafico scelto abbia un bellissimo aspetto anche quando è visualizzato con un device di questo tipo: il tema scelto deve essere reattivo in termini di ridimensionamento, velocità di caricamento e opzioni di regolazione per device mobili.

siti-web-responsive

4. Customize it!

A questo punto puoi passare alla fase successiva. Qui la parola chiave è: personalizzare. Non ha senso adattare le tue esigenze a un modello predefinito: è il modello, cioè il template, che deve essere plasmato in base alle tue esigenze, altrimenti il tuo sito non potrà brillare per unicità e personalità. Per prima cosa, quando personalizzi il template grafico scelto, scegli una palette di colori e un set tipografico che si armonizzi il più possibile con i colori e i caratteri del logo e della grafica aziendale. In secondo luogo, l’immagine principale del sito, che di solito va nell’header, dovrebbe essere una fotografia originale e non presa da Internet. L’ideale sarebbe un’immagine ad alta risoluzione che rappresenti la tua azienda o attività, soluzione che ti permette di dare un tocco davvero professionale alla tua pagina web. Invece di un’immagine statica è possibile impostare nell’header una slideshow con diverse immagini: il problema delle slideshow, così come dei video, è che sono perfetti per far capire chi sei e comunicare la storia e la personalità che c’è dietro al sito ma sono delle distrazioni per il visitatore. Meglio non abusarne! Ulteriore suggerimento: le informazioni principali dovrebbero essere visibili senza bisogno di scorrere troppo la pagina, quindi andrebbero posizionate se possibile nella parte superiore. Ci sono poi elementi che non dovrebbero MAI mancare in un sito fatto bene: i dati di contatto e l’eventuale partita IVA in calce ad ogni pagina, e una descrizione chiara dei servizi offerti – in questo caso, invece di limitarsi a un noioso elenco, vale la pena di fare uno sforzo narrativo per descrivere i servizi (un po’ come se li raccontassi a qualcuno: immagina di dover rispondere alle domande cosa?, come?, perché?). Se non hai esperienza di web design può essere molto complicato personalizzare il template scelto, e in questo caso affidarsi a un grafico professionista fa la differenza.

In questo articolo abbiamo visto come strutturare un sito e come scegliere e personalizzare un template grafico. L’idea essenziale, che spero avrai compreso, è che ciascuna sezione del sito deve comunicare un messaggio per raggiungere un obiettivo. La grafica deve servire a valorizzare le parti più importanti di quel messaggio, non deve essere la protagonista assoluta! Naturalmente i testi con cui riempiamo il contenitore che abbiamo creato sono altrettanto importanti e vanno confezionati con cura, ma questo sarebbe un tema per un altro post…

Silvia Pelucchi. 36 anni, da 15 anni graphic designer, faccio dolci ma non li posso mangiare, perennemente a dieta mi consolo coccolando i miei micioni! 

2018-09-26T11:17:08+00:00